Tharizdun

Tharizdun, l'Innominabile, He of Eternal Darkness, è una sovra-divinità cosmica, la cui esistenza stessa porterebbe la disgregazione dell'interno multiverso.
Le origini di questa entità non sono conosciute, ma è ipotesi comune che sia esistito sin dal principio dei tempi, come contrappeso per l'esistenza stessa di tutto ciò che è. Ironicamente, potrebbe essere stata la follia di Tharizdun a permettere la creazione della vita in tutti gli universi e piani di esistenza.
Tharizdun è attualmente rinchiuso nel punto più esterno di quello che viene chiamato il "Reame Esterno" (Far Realm), un luogo al di la dello spazio e del tempo, che è l'origine di entità nemiche alla vita, come i Qlippoth (mostruosità aliene informi e in parte concettuali che eoni più tardi furono mutati in demoni dai peccati dell'umanità.
L'emanazione di Tharizdun è comunque presente e forte su Oerth, e sussurra follia nelle orecchie dei suoi seguaci. Culti bizzarri e privi di una struttura sono sorti nel corso dei secoli, probabilmente sospinti da allucinazioni, sogni o eventi accaduti durante particolari congiunzioni astrali.
Entità distanti e potentissime sono state in grado di arginare e imprigionare avatar di Tarizdun dalla realtà in tempi più recenti, primo tra questi Pelor, in accordo con tutte le divinità della Legge e dell'equilibrio.
La struttura stessa della cosiddetta prigione di Tharizdun è infinita. Il potenziale per creare nuovi set di strumenti di creazione talmente remoto da impedire all'entità qualsiasi possibilità di fuga. L'eternità stessa non basterebbe a scoprire che una minima parte delle combinazioni.
E' ipotizzato che lo sforzo generato all'alba dei tempi per rinchiudere Tharizdun abbia eroso il potenziale degli dei al punto che abbiano assunto tratti coerenti e quantificabili, e da qui comprensibili all'umanità, che fu creata in questo lasso temporale, assieme ai concetti stessi di tempo e di spazio.
Ogni 1000 anni Tharizdun riesce ad aumentare la sua influenza su Oerth, riuscendo a pilotare eventi di probabilità come quelli che hanno provocato i Cataclismi Gemelli. La scoperta di artefatti chiamati Theorpart è in grado di creare alterazioni e aberrazioni al di fuori di questo ciclo, provocando disastri come il risveglio del tarrasque, eruzione di vulcani, tsunami ecc.
Le Theropart sono strumenti utilizzati a suo tempo nell'opera di imprigionamento di tharizdun, che di conseguenza hanno anche il potere di risvegliarlo.
In questa era, le Theorpart hanno assunto la forma di sette spade nere (tra le quali Blackrazor).
Tre di questi oggetti, se vicini, possono fondersi un un altro oggetto più grande.
Una Theorpart, Souldrinker, era in possesso di Elcavdra e ha capacità di evocare orde di demoni e modificare il tempo ripercorrendolo al contrario.
E' conoscenza comune che nell'antichità, Tharizdun fosse studiato (non adorato) nell'Impero Suel. I Suel ammiravano il potere sconfinato dell'entità e provarono a incanalarlo a loro vantaggio.
In un caso registrato, una parte dell'essenza di Tharizdun è stata adorata un un tempio Suel nelle Yatils. Alcuni maghi e sacerdoti (Suel di terza o quarta generazione post-cataclisma) scoprirono questo tempio e scavarono nelle profondità trovano una Ciste Nera. Assieme agli Entrelshern, le Cisti Nere sono manifestazioni del volere di Tharizdun (le prime lacerazioni dell tessuto della realtà, le seconde bozzoli che contengono parte dell'essenza purpurea dell'entità. In origine, l'arcimago/sacerdote Flan Tsojcanth fu resposnabile dell'imprigionamento dell'avatar che risiedeva nel tempio. Scritti e studi di Tsojcanth furono poi presi da Iggwilv per le basi del suo Demonomicon.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License