Le Visioni Della Lacrima Del Destino

Vedo un castello su un costone di roccia, disperso nel buio e avvolto dalla nebbia. L'unico modo per arrivarvici è un ponte sottilissimo…

Vedo mia sorella dietro una colonna di una stanza dai grandi spazi che sembra essere un tempio. Guarda una cerimonia di alcuni preti che sembrano venerare il dio della morte Nerull. Uno dei sacerdoti alza un pugnale sacrificale al cielo…la mia visuale sembra ora essere quella del prete di Nerull che cala il pugnale sul ventre della vittima eseguendo il sacrificio. Finito il sacrificio (sempre dalla visuale del prete) vedo lo stesso dirigersi nelle proprie stanze, togliersi la tunica e prendere da un vaso di ceramica un pugno di polvere. Dopo averla stretta forte nel pugno destro la lancia contro un muro privo di mobili dove la polvere in pochi secondi si scioglie per creare un simbolo color azzurro: un fulmine che attraversa un cerchio. Poi si stende sul letto esausto e si addormenta…

Vedo una torcia che illumina una stanza e una creatura demoniaca alta circa quattro metri e muscolosissima, un Balor dai lunghi artigli e fauci, che a braccia conserte parla verso mia sorella…

Vedo un individuo abbastanza alto sulla cui tunica porta il simbolo di Nerull che cammina parlando con qualcuno di indefinito in un cunicolo dal soffitto a volta, svariate decine di topi mangiano i resti dalle ossa che cospargono i lati del pavimento. Alla fine del corridoio una scala che sale a chiocciola per arrivare alla navata centrale di una cattedrale. Avendo seguito a debita distanza i due individui mia sorella decide di voltarsi per tornare indietro senza essere vista ma nel voltarsi scopre avere dietro di se il Balor che la scruta. Inorridita corre verso le sue stanze facendo il percorso inverso e passando al fianco del Balor impassibile. Si chiude la porta dietro le sue spalle e buttandosi sul letto si asciuga il viso da quelle che sembrano essere lacrime e guardando un simbolo che compare anche sul muro della sua camera, il fulmine che attraversa il cerchio…

…Buio, poi vedo il Mykrin che le sta parlando lei scompare e non vedo più nulla…

Vedo che si avvicina alle spalle di un sacerdote di Nerull che sta completando un rituale per l'evocazione di un demone. Arrivata dietro il sacerdote questo si gira e sembra avere un espressione di stupore mista a paura nel vedere le mani, che riconosco essere proprio quelle di mia sorella, spingere nel pentacolo il prete che viene fatto letteralmente a pezzi per poi essere divorato dal demone…

Vedo una citta di pietra scura con molte torri dall'aspetto puramente gotico invasa da demoni assistiti da orchi guerrieri e sacerdoti con divise in cuoio borchiate nere. Un uomo dalla veste completamente nera che impugna una staffa di legno anch'essa nera con un teschio in cima e bande metalliche d'argento. Nell'altra mano ha un teschio che ha nelle orbite oculari due rubini. Questo individuo è scortato da sacerdoti con simboli cerimoniali e in processione dietro di lui Cambions e demoni davvero immensi con quattro braccia ed il volto da cane…

Vedo una sorta di scacchiera rotonda fatta da spicchi bianchi e neri piuttosto grande

Diventa scuro tutto il prisma, sento una sensazione di vuoto e di gelo la mia percezione si amplifica arrivando a sentire ogni singolo cittadino, ogni casa ogni animale vivente a Greyhawk ma sopratutto sento fortemente lo spirito del Grande Albero sul Processional.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License