Feudalesimo

Il feudalesimo è il sistema amministrativo e sociale adottato nelle Flanaess da tutte le signorie e le regioni Oeridian e Suel. Il Feudalesimo è stato importato nelle Flanaess dall'Imperium Suel (entità statali piu antiche come Sulm, Elhissa o l'Impero di Vecna erano strutturati in maniera diversa) ed adottato in seguito dagli Aerdi che combatterono per secoli al fianco dei Suel e dei Baklunish durante gli eventi che precedettero i Cataclismi Gemelli.
Il sistema feudale Suel e Oeridian è pressochè identico, costituito da giuramenti di fedeltà a un signore in cambio di protezione militare. Il Lord, a sua volta, elargisce diritti o terre (i cosiddetti feudi) ad altri nobili di lignaggio inferiore. Vi sono varianti locali nelle Flanaess ma il termine generico per indicare un nobile è Lord o Lady.

Gerarchia Sociale

Schiavi, servi e popolani

La schiavitù è stata abolita in diverse delle nazioni delle Flanaess, anche se schiavi da Hepmonaland vengono spesso rivenduti dall'Hold of Sea Princes o dalla Fratellanza Scarlatta. Ull in particolare ha un fervente mercato di schiavi proveniente dal lontano occidente. In altri territori, come le Pomarj o la Bone March ovviamente, la schiavitù è comunemente accettata e anzi parte integrante dell'economia. Nella penisola Thillroniana la schiavitù è tuttora accettata, e condizione comune dei prigionieri di guerra.
Ci nasce popolano di solito muore popolano, i titoli nobiliari sono ereditari. Nel sistema feudale un Lord può essere vassallo di più lord, ma può giurare fedeltà a un solo Sovrano (o liege lord). I Cavalieri hanno un solo Lord che è anche loro Sovrano. Essere vassallo di un Lord viene talvolta anche definito come "portarne i vessilli". Un lord che richiede per diritto aiuto militare ai propri vassalli si dice che sta "chiamando a raccolta i vessilli".

Re e Imperatori

Esistono diversi regni nelle Flanaess, ma solo due Imperi: Keoland e l'Impero Aerdi, quest'ultimo decaduto con la morte dell'Imperatore Ivid V e la distruzione della capitale Rauxes. I Re hanno poteri assoluti sia sul piano giuridico, militare ed economico. Sono serviti a loro volta dalle cosiddette Casate Maggiori, i vassalli diretti del re. A loro volta le Casate Maggiori sono serviti da altri vassalli, spesso Lord ma anche cavalieri e proprietari terrieri.

Nobiltà

Le Grandi Casate hanno dominio su una regione (detta Signoria), spesso amministrate dalle casate minori o da famiglie nobiliari. Il termine casata indica il ramo diretto di una dinastia o discendenza diretta di sangue. Anche se una casata è tecnicamente una famiglia, si indicano con il termine famiglia i rami secondari di una casata riconosciuta dalla Casata Reale (o Imperiale), o una famiglia nata per elevazione di una persona a Lord (questo succedeva spesso nei secoli immediatamente seguenti le Grandi Migrazioni, quando i signori della guerra venivano ricompensati per le vittorie dopo lunghe campagne con terre e titoli dal Re o dai Lord delle Grandi Casate (vedi Geoff o Greyhawk). La famiglia del nuovo Lord sceglie quindi uno stemma araldico e diviene vassallo del Lord che l'ha elevato. Il Lord può allora raccogliere corvè, tasse e porta la pace del re sulle terre da lui governate.
Al servizio della nobiltà esistono diversi funzionari, come il siniscalco (che sovraintende alla manutenzione di un maniero, nel caso di un castello è chiamato castellano) e il balivo (termine generale per indicare un funzionario con pieni poteri di amministrazione su terre o manieri).

Bastardi di Rango

I figli bastardi di nobili non sposati prendono il cognome a seconda della terra in cui sono stati concepiti (talvolta dalla terra presieduta dal Lord padre).
Ad esempio

Cavalieri

Il cavaliere è la forma più bassa di nobiltà nel sistema feudale. Un cavaliere con terre può amministrare insediamenti per conto del suo Lord, e può possedere fortezze, manieri e comandare uomini d'arme e spade giurate. Un cavaliere non può amministrare giustizia sulle terre da lui amministrate, per questo deve rivolgersi al suo sovrano. Un cavaliere è membro di una antica tradizione intessuta nella tradizione Oeridian e Suel, e alla Chiesa locale. Un cavaliere viene appellato con il sitolo di Sir.
Popolani e bastardi possono diventare cavalieri, così come figli cadetti di qualsiasi casata o famiglia.

Il processo per diventare cavaliere è diviso in tre fasi

  • Paggio: un paggio è un bambino di età inferiore ai 13 anni che diventa servitore di un cavaliere, tipicamente il padre o un nobile dal nome prestigioso, e svolge per lui semplici compiti. Il cavaliere a sua volta è incaricato di addestrare il ragazzo nell'arte del combattimento.
  • Scudiero: uno scudiero assiste il cavaliere suo maestro nella manutenzione delle armi e delle cavalcature, in tempo di guerra, segue il maestro in battaglia.
  • Cavaliere: un cavaliere può titolare cavaliere qualsiasi persona egli voglia per qualsiasi motivazione ritenga giusta, tipicamente uno scudieri che raggiunge un ruolo di maturità. Un cavaliere può essere anche investito per meriti. Il cavalierato è un ruolo strettamente bellico, e sono diversi i rampolli di casate nobiliari che preferiscono tenersi lontani dalle responsabilità che il ruolo comporta. Una volta guadagnato il titolo di cavaliere, assieme al prestigio derivano anche responsabilità e la possibilità di macchiare il nome della propria casata.

La cerimonia di investitura

Tiplogie di Cavalierato

  • I cavalieri con terre, possono essere anche molto ricchi e riscuotere tasse nel proprio feudo, e pagare spade giurate, ma non possono amministrare giustizia.
  • I cavalieri di fronda o cavalieri erranti, sono poco più che mercenari al servizio del migliore offerente.
  • Le Spade giurate sono cavalieri senza terra che giurano fedeltà ad altri uomini. Gli viene offerto cibo, alloggio e danari in cambio di assistenza in guerra. Il giuramento è quasi sempre temporaneo e dura quanto la campagna.
  • I Cavalieri possono essere fedeli a un Lord o a un'ente religioso o amministrativo, chiamato Ordine

Ordini Cavallereschi

Esistono nelle Flanaess diversi Ordini di Cavalleria, per lo più religiosi o dediti al servizio della Corona.

Religione

La struttura sociale è governata da strette relazioni di dipendenza (vassallaggio) nei confronti di Signori (Lord) e Sovrani (Liege Lord). Generalmente, e con eccezioni come la Teocrazia dei Pale, Almor o Veluna, la Chiesa ha un ruolo distinto ma compenetrato nella struttura feudale. Nei regni Oeridian come l'Impero Aerdy, intere Signorie sono talvolta amministrate dalla Chiesa ufficiale di Stato (come la Sede di Medegia) o da chiese comunque riconosciute come non eretiche o culti dichiarati malvagi.
I Suel, avendo una religione molto più teorica e filosofica, raramente concedono a entità clericali poteri terreni, per quanto esistono ordini minori di cavalleria amministrati da ordini monastici o religiosi.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License