Darkvision

La visione normale permette di vedere a un raggio tecnicamente infinito, con regolari penalità ai tiri di perception, per notare particolari molto lontani.
In condizioni di oscurità, la visione normale subisce forti impedimenti, che vanno dalla effettiva cecità completa (buio totale) ad aree di concealment al 20% o al 50% nel caso di fonti di illuminazione come torce (è possibile vedere normalmente entro 20 piedi, o con un concealmente al 20% entro i 40 piedi).
Low light vision permette di raddoppiare questi raggi, ma per tutto il resto funziona esattamente come una visione normale.

Darkvision è una anomalia. Permette di vedere permettamente, seppur in bianco e nero, entro 60 piedi (nel caso di mezz'orchi e nani), ma la visione termina brutalmente al sessantesimo piede. A 65 piedi, la visione è oscurata al 100%.
La logica imporrebbe che Darkvision non abbia un raggio definito. Vedi al buio, punto, con le penalità alle quali sottostanno tutti gli umani per quanto riguarda la distanza (le famose penalità incremetali ai tiri di Perception di cui sopra).

Come Home Rule, si considera che chiunque possieda Darkvision abbia anche una Low Light Vision che permette di amplificare quattro volte il raggio fornito da fonti di luce, e che comunque appena fuori dal raggio standard di 60 piedi, gli elementi diventano piu indistinti, ma ancora percettibili, per ulteriori 30 piedi (concealment 20%).

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License